Il torneo RCP 2018: le graduatorie e i vincitori di Piazza Anpas al REAS

REAS 2018

Torneo RCP, Piazza Anpas a REAS (5/7 ottobre 2018): le graduatorie e i vincitori I risultati terza edizione del Torneo RCP: competizione a scopo educativo al fine dimigliorare la tecnica di rianimazione cardipolmonare manuale Nella competizione il nostro Presidente Pierangelo Belardi ha portato a casa il TERZO posto per la classifica volontari ANPAS. Inoltre si … Leggi tuttoIl torneo RCP 2018: le graduatorie e i vincitori di Piazza Anpas al REAS

Corso AIB 2018 – Magliano De Marsi

Corso AIB 2018 - Magliano De Marsi

Corso Antincendio Boschivo (AIB) a Magliano De Marsi I volontari dell’associazione PEGASO onlus sono da anni impegnati nella lotta agli incedi boschivi. I volontari abilitati allo spegnimento sono intervenuti in tutte le emergenze regionali ed anche extra regionali. Il territorio viene continuamente pattugliato dalle squadre di avvistamento della nostra associazione, e quando c’è un incendio … Leggi tuttoCorso AIB 2018 – Magliano De Marsi

5×1000 al Volontariato – Scegli a chi destinarlo

5x1000 al volontariato

5×1000 al Volontariato

Le entrate di un’associazione di volontariato sono veramente poche, le uscite invece tante, il 5×1000 è un gesto che a te non costa nulla ma aiuta una onlus.

Basta pensare al vestiario dei volontari, ai DPI, all’assicurazione sui volontari e per i mezzi, il bollo… Sono tante le uscite, e le uniche entrate sono solo alcune e poche dalla Regione e dai servizi privati.

Uno strumento ancora poco conosciuto è il 5×1000.

Con una scelta ed una firma si può destinare il proprio 5×1000 ad una onlus.

L’associazione rientra in questo e scegliendo l’Associazione PEGASO onlus, non farai altro che contribuire alla difesa del tuo territorio. La somma ottenuta sarà quindi reinvestita dall’Associazione su mezzi ed attrezzature utili alla popolazione locale e progetti attivi.

Cosa aspetti?

Codice Fiscale 01711570695

Associazione PEGASO onlus

 

 

 

Che cos’è?    

Attraverso il 5 per mille lo Stato decide di destinare, seguendo l’indicazione dei contribuenti, una quota del gettito fiscale IRPEF delle persone fisiche a finalità di sostegno delle associazioni di volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Chi lo può fare?    

Tutte le persone fisiche residenti e che abbiano maturato nell’anno fiscale un reddito soggetto a tassazione.

Chi lo ha già fatto?    

Negli anni la popolazione sta iniziando a conoscere questo strumento e le grandi potenzialità.
Si nota un crescente interesse ed un aumento delle preferenze.

Perchè firmare?

PERCHE’ NO? Se non lo firmi perdi un’occasione. Firmandolo aiuti una ONLUS.
Cosa Aspetti?

E’ un costo?  

No, con lo strumento del 5×1000 è data la possibilità al cittadino di moltiplicare il suo sostegno al mondo del sociale. Se si decide di non firmare la stessa quota del 5 per mille della propria IRPEF resterà allo Stato.

5×100 oppure 8×1000?   

Il 5 per mille non sostituisce, ma si aggiunge al meccanismo dell’8 per mille, che rimane in vigore.
A differenza del meccanismo dell’8 per mille, in cui la partecipazione o l’indifferenza dei cittadini incide esclusivamente sulla destinazione dei fondi e non sull’ammontare degli stessi che è di natura predefinita, il meccanismo del 5 per mille conta sulla partecipazione di tutti: tanto più numerose saranno le firme tanto più ingenti saranno i fondi stanziati per il modo del sociale.

Basta il CUD?

Anche i cittadini che devono compilare solo il modello CUD possono destinare il loro 5 per mille. Basta compilare la parte recante l’indicazione “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, con il codice fiscale della nostra associazione e firmando il relativo riquadro e consegnarla in busta chiusa gratuitamente presso uffici postali o sportelli bancari, o uffici convenzionati.

Firmare ma non specificare, cosa accade?

I contributi verranno ripartiti tra gli enti /associazioni che fanno parte della categoria indicata.

Vai sul nostro sito

Maggiori informazioni anche sul sito del Lavoro e delle politiche Sociali

Condividi sui social: